I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

  8 mesi 2022 8 mesi 2021 Diff. % Ago. 2022 Ago. 2021 Diff. % Lug. 2022 Lug. 2021 Diff. %
Austria 142.474 172.017 -17,17 17.814 17.719 0,54 16.054 19.902 -19,33
Belgio 250.465 287.013 -12,73 28.917 27.026 7,00 26.191 27.596 -5,09
Bulgaria 19.858 17.594 12,87 2.480 1.905 30,18 2.739 2.763 -0,87
Cipro 7.885 7.571 4,15 644 587 9,71 1.108 1.190 -6,89
Croazia 31.197 34.386 -9,27 3.200 2.815 13,68 5.128 5.599 -8,41
Danimarca 96.106 125.721 -23,56 12.756 15.837 -19,45 9.826 13.396 -26,65
Estonia 14.371 16.756 -14,23 1.728 1.505 14,82 1.569 2.311 -32,11
Finlandia 56.119 72.129 -22,20 7.113 7.906 -10,03 5.503 7.487 -26,50
Francia 970.930 1.126.543 -13,81 91.403 88.065 3,79 107.547 115.713 -7,06
Germania 1.643.069 1.820.589 -9,75 199.183 193.307 3,04 205.911 236.393 -12,89
Grecia 74.330 75.146 -1,09 8.658 6.198 39,69 10.874 10.586 2,72
Irlanda 95.161 96.296 -1,18 8.139 5.966 36,42 21.849 26.477 -17,48
Italia 865.044 1.060.373 -18,42 71.190 64.767 9,92 109.604 110.515 -0,82
Lettonia 11.162 10.676 4,55 1.502 1.301 15,45 1.481 1.560 -5,06
Lituania 18.387 24.331 -24,43 2.247 2.371 -5,23 2.136 3.263 -34,54
Lussemburgo 28.501 32.063 -11,11 2.968 2.792 6,30 3.721 3.984 -6,60
Paesi Bassi 199.297 211.180 -5,63 23.638 21.646 9,20 22.068 26.777 -17,59
Polonia 280.861 314.190 -10,61 33.753 33.218 1,61 34.703 38.849 -10,67
Portogallo 101.293 101.739 -0,44 11.349 7.971 42,38 14.495 12.323 17,63
Repubblica Ceca 128.945 147.659 -12,67 16.581 16.449 0,80 13.448 18.405 -26,93
Romania 83.349 78.791 5,78 12.538 16.129 -22,26 12.099 15.493 -21,91
Slovacchia 52.869 52.922 -0,10 6.695 6.778 -1,22 6.221 7.695 -19,16
Slovenia 32.982 38.971 -15,37 3.339 3.529 -5,38 3.796 4.433 -14,37
Spagna 533.042 588.313 -9,39 51.907 47.583 9,09 73.378 83.898 -12,54
Svezia 182.592 209.749 -12,95 20.576 19.808 3,88 17.834 16.778 6,29
Ungheria 76.349 85.027 -10,21 9.987 9.643 3,57 8.955 10.568 -15,26
Unione Europea (UE) 5.996.638 6.807.745 -11,91 650.305 622.821 4,41 738.238 823.954 -10,40
EU14* 5.238.423 5.978.871 -12,38 555.611 526.591 5,51 644.855 711.825 -9,41
EU12 758.215 828.874 -8,52 94.694 96.230 -1,60 93.383 112.129 -16,72
Islanda 11.868 8.630 37,52 979 845 15,86 1.625 1.744 -6,82
Norvegia 88.115 110.864 -20,52 12.363 16.427 -24,74 7.247 10.507 -31,03
Svizzera 141.659 160.425 -11,70 16.456 16.456 0,00 15.675 19.422 -19,29
EFTA 241.642 279.919 -13,67 29.798 33.728 -11,65 24.547 31.673 -22,50
Regno Unito 983.099 1.101.302 -10,73 68.858 68.033 1,21 112.162 123.296 -9,03
Totale EU + EFTA + UK 7.221.379 8.188.966 -11,82 748.961 724.582 3,36 874.947 978.923 -10,62
*i dati di Malta non sono attualmente disponibili                  
Dati al 16/09/2022                  

Comunicazione, sintonizzare la frequenza adatta al cambiamento

Dati alla mano e non senza un profondo senso di sollievo, il 2022 del mercato dell’auto se n’è andato, ridotto in singolo file e inumato, qui nel nostro Paese, come il secondo peggior anno del secolo. La globalizzazione accompagna il feretro insieme con uno stormo di cigni neri in formazione da parata. Durante la cerimonia passano a ciclo continuo le parole del premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus, “l’Organizzazione Mondiale del Commercio è un bulldozer al servizio delle maggiori economie che pretendono la libertà di vendere in qualsiasi mercato, ma che spesso temono, in casa loro, anche la concorrenza più innocua”.
Parole che ci riconducono al mercato dell’auto. Il 2022 ha visto una forte evoluzione dell’auto elettrica, con tutte le Case auto in corsa per sviluppare i prodotti della mobilità del futuro in buona parte dei mercati evoluti. Un progresso che tuttavia non è riuscito a coinvolgere l’automobilista nostrano, il quale, a differenza dei colleghi tedeschi, francesi, spagnoli, eccetera, sembra essere disorientato di fronte a un cambiamento così rilevante.
Certamente afflitto dai dubbi oggettivi che la scelta comporta, ma altrettanto confuso da quella parte della comunicazione, anche autorevole, e purtroppo anche istituzionale, sintonizzata sulla frequenza sbagliata. Una lunghezza d’onda inadatta perché – è fuori di dubbio – la sensibilizzazione rispetto alla situazione climatica si è evoluta in tutti gli ambiti grazie alle campagne promosse dal settore automotive.

Leggi tutto...