I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Dal 1° luglio Klaus Zellmer è nominato nuovo membro del board di Skoda Auto per poi esserne eletto Presidente. Zellmer subentra a Thomas Schäfer, che si dimetterà dalla carica di Presidente del board di Skoda Auto alla fine di giugno. Dal 1° aprile, come direttore operativo, Schäfer si occupa del business operativo del brand Volkswagen, diventandone presidente dal 1° luglio ed entrando a far parte del board del Gruppo Volkswagen.

Saic Motor ha nominato Xinyu Liu nuovo Ceo per MG Motor Europe. Xinyu Liu succede a Matt Lei come responsabile di tutte le attività di MG in Europa. Xinyu Liu ha oltre 20 anni di esperienza nell’industria automobilistica con Saic Motor in Cina. Il manager cinese si è unito a MG Motor Europe nel 2019, quando il marchio è stato rilanciato in Europa. A marzo 2020, Liu Xinyu è stato nominato Ceo di MG Motor France, il mercato con i migliori risultati per MG nel vecchio continente.

Comau ha annunciato la nomina di Pietro Gorlier come Chief executive officer, a partire dal 1° aprile. Arrivando in Comau con una significativa esperienza nel settore automotive e una consolidata conoscenza del settore dei servizi, Gorlier rafforzerà il percorso di realizzazione degli obiettivi strategici dell’azienda. In questo ruolo lavorerà direttamente con Alessandro Nasi, che resta Presidente. ≠ Fca Bank annuncia una nuova nomina all’interno del Gruppo: Paolo Manfreddi, dal 4 aprile, succede a Rolando D’Arco in qualità di nuovo Head of European Markets and Business Development. Manfreddi mantiene ad interim la sua attuale carica di Ceo di Leasys Rent. ≠ Hyundai Italia ha comunicato il nuovo assetto dell’ufficio stampa: Marta Marchi rientra nell’ufficio stampa come head of Pr & brand development, con il Pr & communication expert, Stefano Previdoli, al suo fianco. Paolo Sperati intraprende una nuova sfida sempre all’interno di Hyundai, nel ruolo di Area manager after sales. ≠ Il Cda di Smart Automobile Co Ltd ha annunciato la nomina di Mandy Zhang a vicepresidente con responsabilità delle vendite globali, del marketing e dell’assistenza post-vendita. Mandy Zhang succederà a Daniel Lescow che assume un nuovo incarico in Mercedes-Benz Group AG e ricopre anche la posizione di presidente del consiglio di sorveglianza di Smart Europe GmbH, supervisionando le operazioni nel mercato globale.≠ Dal 1° aprile Vincent Piquet, attualmente vicepresidente Performance & Control della divisione Sales & Operations di Renault, è nominato Chief financial officer del marchio Renault. Vincent Piquet (47) dopo aver ricoperto diverse posizioni finanziarie all’interno del gruppo General Electric negli Stati Uniti e in Europa, è entrato a far parte del Gruppo Renault nel 2019 come Vice-President Europe Performance & Control. Nel 2021 è vicepresidente Performance & Control della divisione Sales & Operations del marchio Renault. Piquet entra a far parte del comitato di gestione del marchio Renault e riporta a Luca de Meo, Ceo del Gruppo Renault. Riferisce anche a Thierry Piéton, Chief financial officer del Gruppo Renault. ≠ DS Automobiles ha nominato Agnes Tesson-Faget, attualmente project manager Peugeot, direttore del prodotto. Succede a Marion David. Tesson-Faget è stata project manager per la nuova Peugeot 308 compact, lanciata nel 2021. ≠ Sean Kim è il nuovo Presidente di Hyundai Motorsport in sostituzione di Scott Noh, che fa ritorno in Corea dopo quattro anni per assumere una nuova posizione in Hyundai. Come il suo predecessore, Sean Kim gestirà l’impegno di Hyundai Motorsport nel FIA World Rally Championship, nella FIA ETCR - eTouring Car World Cup e il programma Customer Racing. ≠ Apollo Tyres ha nominato Guido Boerkamp nuovo Direttore della divisione Off-Highway Tyres, dedicata agli pneumatici fuoristrada. Boerkamp subentra a Ruud Nijland, che andrà in pensione dopo aver ricoperto la posizione per più di un decennio. ≠ bp annuncia che Mandhir Singh, dirigente bp in Castrol, andrà in pensione a fine settembre. Gli succederà Michelle Jou. ≠ Stando a quanto riportato dai media francesi, Jacques Aschenbroich, ex-Ceo di Valeo e ora presidente del fornitore di componentistica per autoveicoli, diventerà presidente del gigante francese delle telecomunicazioni Orange. Aschenbroich (67) è diventato Ceo di Valeo nel 2009. Quest’anno è stato sostituito da Christophe Perillat, pur rimanendo presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda. ≠ ExxonMobil ha annunciato che Dan Ammann, ex presidente di General Motors e Ceo della società di veicoli autonomi Cruise, è stato nominato presidente di ExxonMobil Low Carbon Solutions, con decorrenza dal 1° maggio. Ammann sostituisce Joe Blommaert, che ha deciso di ritirarsi dopo 35 anni di servizio. ≠ Kiersten Robinson è stata nominata direttore generale della divisione veicoli per famiglie in seno alla nuova struttura Ford Blue dedicata ai modelli con motori termici. Robinson è stata nominata contestualmente presidente delle operazioni Ford in Messico e Canada e risporterà per la funzione principale a Kumar Galhotra, presidente di Ford Blue. ≠ Massimo Nordio, attualmente Vice president group government relations and public affairs di Volkswagen Group Italia, è stato nominato presidente di Motus-E, l’associazione che ha l’obiettivo di analizzare gli ostacoli che rallentano la crescita del mercato della mobilità elettrica in Italia. Contemporaneamente l’assemblea di Motus-E ha nominato Antonio De Bellis, E-mobility lead manager di ABB E-mobility alla carica di vicepresidente mentre il Consiglio ha riconfermato Francesco Naso quale segretario generale. ≠ Grégoire Vitry è entrato a far parte di Dacia come Direttore della comunicazione di prodotto il 15 marzo. Riportando a Xiaoyan Hua-Schwab, vicepresidente per le comunicazioni di Dacia e Lada, Grégoire Vitry è responsabile dei lanci di prodotti Dacia, nonché delle relazioni con la stampa con i media francesi. Per svolgere le sue funzioni, Grégoire Vitry lavorerà a stretto contatto con Kalina Iordanova, Direttore delle comunicazioni internazionali e interne di entrambi i marchi. ≠ Dal 1° marzo Duncan Minto è entrato a far parte della business unit Dacia-Lada come Chief financial officer. Fa parte del comitato direttivo guidato da Denis Le Vot, Direttore generale dei marchi Dacia e Lada. Duncan Minto riporta anche a Thierry Pieton, Chief financial officer del Gruppo Renault. Minto aiuterà a realizzare il piano strategico della business unit. ≠ 


Svolta tecnologica, la sola arma è il product power

Preoccupa l’arretramento del 26,5% delle immatricolazioni auto su base quadrimestrale. Il dato però non tiene conto degli ordini inevasi. Come nel passato, allora gonfiato dalle anticipate vendite ai Dealer (cosiddette Km0), l’immatricolato, per motivi opposti, continua a non rappresentare il mercato reale, smagrito oggi dai numerosi ordini in attesa di consegna in conseguenza della mancanza di componenti da Taiwan e dintorni. Complessivamente il quadro non è comunque dei più brillanti e per le note vicende: il permanere della crisi economica, le conseguenze della pandemia, il ritardo della transizione tecnologica, la rallentata concessione degli ecoincentivi.
Cominciamo da questi ultimi. Fino a quando non è possibile erogarli concretamente, non ha senso che il governo anticipi la notizia. Genera solo confusione e rallenta il mercato come è avvenuto in aprile. Quanto poi all’impatto del Covid sulle vendite, nel momento in cui la pandemia si trasforma in endemia, cessa di rappresentare un’anomalia per diventare routine. È inutile pertanto continuare a invocarne l’estinzione, si deve imparare a conviverci attenuando le conseguenze, nell’auto come in altri settori. Sul fronte dell’economia, da una parte l’inflazione rallenta il già limitato potere di acquisto delle classi meno abbienti e dall’altra il risparmio degli italiani, sempre ai massimi storici, subisce in Borsa una perdita media del 15%.
Una circostanza che ovviamente incide sulla propensione all’acquisto anche nella fascia più abbiente, la più incline, in condizioni normali, alla sostituzione ravvicinata dell’auto. È auspicabile che questa situazione, legata anche all’incertezza dello scontro bellico, non duri a lungo. Al momento i forecast di fine anno prevedono pertanto un recupero almeno parziale con calo oscillante tra il 5% e il 7%.

Leggi tutto...