I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Thomas Schäfer, Consigliere delegato della marca Volkswagen, è stato nominato Presidente del Consiglio di Amministrazione di Seat S.A., incarico che ha assunto dall’8 luglio. La nuova nomina rientra nell’ambito dei recenti cambiamenti all’interno del Gruppo con effetto a partire dal 1° luglio, inclusa la nomina di Schäfer come nuovo membro del CdA del Gruppo, responsabile del gruppo di marchi di “volumi”, che include Volkswagen, Volkswagen Veicoli Commerciali, Cupra, Seat e Skoda.

Arval Italia ha annunciato cambiamenti nel Comitato esecutivo. La Direzione Global Operations & Collection, che raggruppa le attività di monitoraggio, assistenza e gestione del veicolo durante il suo ciclo di vita è stata affidata dal 1° luglio a Manuela Palmieri, che mantiene ad interim la guida della Direzione Finance. Emmanuel Lufray, dopo aver guidato la Direzione procurement, ha assunto l’incarico di Direttore remarketing. Contestualmente, la Direzione procurement è stata affidata a Francesca Palazzotti che entra a far parte del Comitato esecutivo. ≠ Rolls-Royce Motor Cars ha annunciato la nomina dal 1° luglio di Emma Begley nella posizione di direttore delle comunicazioni globali. In precedenza Direttore product and internal communications dal 2019 di BMW Uk, Begley sostituisce Richard Carter, che lascia l’azienda dopo 14 anni di collaborazione. Emma Begley ha iniziato la sua carriera alla BBC prima di trasferirsi in Germania nel 2002 per intraprendere la carriera come giornalista freelance e traduttrice. ≠ Barbara Bergmeier è stata nominata direttore esecutivo delle operazioni industriali di Jaguar Land Rover, una nuova posizione che riunisce in un solo manager la responsabilità per l’intero processo di produzione. Bergmeier proviene da Airbus Defence and Space, dove è stata vicepresidente esecutivo. In precedenza ha lavorato per 25 anni nel Gruppo BMW ricoprendo diversi ruoli internazionali. ≠ Fca Bank ha annunciato una nuova nomina all’interno di Leasys Rent: Dario Cerruti è stato nominato nuovo Direttore commerciale per l’Italia della società. ≠ Scambio di poltrone all’interno del Gruppo Eurocar Italia dove Stefano Mor è stato nominato nuovo Direttore generale di Saottini Auto SpA. Mor succede ad Alessandro Bettinoni che va a occupare la posizione lasciata da Mor, divenendo così il nuovo Direttore generale della Vicentini SpA. ≠ Elisa Weltert è il nuovo Direttore generale Maserati per Italia, Spagna, Portogallo e Andorra. Weltert è la prima donna a ricoprire questa posizione. ≠ ZF ha nominato Holger Klein, attuale membro del CdA, come prossimo Presidente e Ceo, al posto di Wolf-Henning Scheider, che lascerà l’azienda a inizio 2023. ZF ha anche annunciato che il direttore finanziario Konstantin Sauer e il capo dei veicoli commerciali Wilhelm Rehn lasceranno l’azienda. Queste modifiche entreranno in vigore alla fine di quest’anno. ≠ Alpine ha annunciato quattro nuove nomine nella sua Direzione, con effetto dal 1° luglio al 1° ottobre: Marine Le Bihan, Direttrice Qualità Alpine; Bénédicte Lenguin, Direttrice Giuridica Alpine; Anne-Catherine Basset, Direttrice Industriale Alpine e Direttrice Manufacture Alpine Dieppe Jean Rédélé; Soizic Pebereau, Direttrice Partnership e Sponsoring Alpine. Il Comitato di direzione Alpine, diretto da Laurent Rossi, sarà rafforzato dalla presenza di quattro Direttrici responsabili dei rispettivi settori. Il Comitato raggiunge così l’obiettivo della parità di genere, prova dell’impegno della Marca per promuovere la meritocrazia e le pari opportunità. ≠ Mercedes-Benz ha nominato Paul Gao, più recentemente senior partner di McKinsey a Hong Kong, alla nuova carica di Chief strategy officer, con particolare attenzione ai mercati asiatici. Gao ha trascorso gli ultimi 20 anni alla McKinsey, dove ha fornito consulenza alle Case automobilistiche internazionali e cinesi su tutti gli aspetti del business, dallo sviluppo del prodotto alla strategia aziendale. In Mercedes, riporterà al Ceo, Ola Kallenius, e guiderà la strategia generale dell’azienda. ≠ Allianz Partners ha annunciato la nomina di Marco Gioieni nel ruolo di Amministratore delegato di Allianz Partners Italia, con decorrenza dal 4 luglio. Gioieni riporterà ad Alexis Obligi, Regional Ceo per Western Europe, Latin America & Mea. ≠ Geronimo La Russa è stato confermato alla guida di Automobile Club Milano. Lo ha deciso, all’unanimità, il Consiglio direttivo dell’ente, composto, oltre che dallo stesso La Russa, da Paolo Longoni, Pietro Meda, Enrico Radaelli e Pierfrancesco Gallizzi. ≠ Dopo l’elezione all’assemblea generale annuale, Holger Peters - attuale Head of transformation office di Volkswagen - è stato nominato presidente del Consiglio di sorveglianza di Europcar Mobility Group, la nuova realtà del settore mobilità nata dal nuovo consorzio formato da Volkswagen, Attestor e Pon. L’azienda ha comunicato anche la nomina di cinque candidati per il consiglio di sorveglianza: Imelda Labbé e Holger Peters di Volkswagen, Jan-Christoph Peters e David Alhadeff di Attestor oltre a Janus Smalbraak di Pon. Per effetto della nuova struttura, i membri indipendenti dell’attuale CdA di Europcar, Sylvie Veilleux, Martine Gerow e Carol Sirou, oltre al rappresentante dei dipendenti, Adèle Mofiro, svolgeranno le loro funzioni all’interno del consiglio di sorveglianza di nuova creazione. ≠ Michele Colaninno, Chief executive of global strategy, product, marketing and innovation di Piaggio, è stato nominato presidente di Acem, l’associazione europea dell’industria motociclistica con sede a Bruxelles, cui partecipano oggi tutti i gruppi mondiali di moto e scooter. ≠ Aston Martin Lagonda Ltd. ha nominato Paolo Dotta Head of network development and future retail strategy. ≠ Toyota Motor ha reintegrato Julie Hamp, come consulente per i media, sette anni dopo aver rassegnato le dimissioni dalla società in seguito al suo arresto da parte della polizia di Tokyo per trasporto di sostanze illegali. Nel suo ruolo, Hamp sarà responsabile del supporto delle operazioni di pubbliche relazioni di Toyota North America. Hamp è entrata a far parte della filiale statunitense di Toyota nel 2012 dopo aver lavorato nelle pubbliche relazioni presso General Motors e altre società. Hamp si era dimessa solo due mesi dopo essere stata arrestata con l’accusa di importazione di ossicodone. Il Pubblico ministero del distretto di Tokyo aveva successivamente ritirato le accuse dopo aver accertato che la presunta importazione vietata era legata al medicinale OxyContin, usato come analgesico. ≠ Dal 1° agosto, il Gruppo Volkswagen ha annunciato un riallineamento della propria struttura in Cina, la cui gestione è affidata a Ralf Brandstätter. Stefan Mecha entra a far parte di questa nuova struttura come Direttore generale del marchio Volkswagen VP e Marcus Hafkemeyer viene nominato Chief technology officer di Volkswagen Group China. ≠ Thomas Schäfer è nuovo Presidente dell’Advisory Board  di Volkswagen Veicoli Commerciali. Schäfer succede a Herbert Diess. ≠ Modifiche al team di gestione di Nissan Europe: Xaver Benz ha assunto la gestione finanziaria divenendo anche Amministratore delegato, mentre Susanne Ziegler è stata nominata Direttore vendite. ≠ Dal 1° luglio Guénaël Geffroy è il nuovo Amministratore delegato di Volkswagen Financial Services France, succedendo a Dirk Pans. ≠ 


Bilanci in positivo, che il sereno torni pure

Novembre, mese di verifiche. Tutto bene per l’auto, lo si legge dai bilanci di periodo. Procedendo in ordine sparso e solo per citarne alcuni, per Volkswagen aspettative confermate, crescita del Gruppo e margine operativo all’8,6%. In Cina si accelera la ripresa.
Per Stellantis ricavi netti in crescita del 29%.
Renault aumenta il fatturato, con Dacia e Alpine che proseguono a riscuotere successi.
BMW Group: forte performance operativa.
Mazda, nel primo semestre fiscale parametri in positivo.
Mercedes-Benz Group registra solidi risultati finanziari.
Nissan in rialzo.
L’unica nota in fuga dall’armonioso spartito è di Toyota: secondo trimestre fiscale, utili in calo del 30%. Toyota motiva con la crescita dei prezzi delle materie prime, oltre a 97 miliardi di oneri straordinari dovuti alla chiusura della fabbrica russa di San Pietroburgo. Tuttavia, sempre da Toyota arriva la dichiarazione che la produzione è aumentata del 30% e che a settembre ha prodotto 887.733 veicoli a livello globale, un record per un singolo mese e un salto del 73% tendenziale. L’avvertimento del portavoce di Toyota considera la crescita della produzione di settembre come non sostenibile e aggiunge: “Eviteremmo di chiamarla ripresa”. Nobile intelletto, ma ognuno può dare ai risultati del proprio business il nome che crede, l’importante è che i conti tornino.

E se la crescita rimbalza negli Stati Uniti e in Cina, anche l’industria automobilistica europea si è data da fare per far quadrare i conti e per recuperare il passivo portato da guerra, forniture mancate e limiti di emissioni, affidandosi alla strategia dei prezzi elevati e del target sul mercato premium.

Leggi tutto...