I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Dal 1? luglio, Stephen Norman, attualmente Amministratore Delegato e Market General Manager della Fiat Auto France, assumer? l'incarico di Responsabile Marketing del Brand Fiat. Norman, che risponder? a Luca De Meo, Responsabile del Brand & Commercial Fiat, seguir? le attivit? di marketing e comunicazione di prodotto, posizionamento e lanci commerciali dei nuovi modelli. Stephen Norman subentra nell'incarico a Massimo Fara? che assume altre responsabilit? nell'ambito dell'Ente Product Portfolio Management. Carlos Gomes, che mantiene la responsabilit? di Country Manager per il Brand Alfa Romeo, assumer? anche l'incarico di Market General Manager di Fiat Auto France. Christophe Decultot conserva la responsabilit? di Country Manager per i marchi Fiat e Lancia. * James Selwa ? stato nominato presidente di Maserati North America, filiale della casa del Tridente che ? stata trasferita da Ferrari North America alla capogruppo Maserati Spa. Selwa, gi? presidente di Rolls-Royce Motor Cars e di Lotus Cars, lavorer? a stretto contatto con Maurizio Parlato, presidente di Ferrari North America. * Jonathan Browning ? il nuovo presidente della Vauxhall. * La Iveco ha affidato a Franco Fenoglio la funzione di International operations & business development. * Harald Boelstler ? il nuovo presidente e amministratore delegato di Mitsubishi Fuso. * Dal 1? giugno Dominik Hoberg ? il direttore del nuovo settore corporate image di Automobili Lamborghini. Nel suo incarico coordiner? anche il settore della comunicazione, la cui responsabilit? rimane affidata a Sergio Fontana * Il vice presidente per lo sviluppo e il design di Smart, Helmut Wawra, lascer? l'incarico per tornare in Mercedes Benz. Sar? Ulrich Walker, ad assumere la responsabilit? della posizione. * Luigi Pellissier ha lasciato Lingotto Fiere per occuparsi delle relazioni estere dell'Asa, Associazione Stampa Agroalimentare. * Gianluca Bovani ha lasciato la direzione sourcing di GMAC Lease (Masterlease) per assumere l'incarico di sourcing director in GE Commercial Finance Fleet Services. * Fabrizio Palenzona ? stato confermato nella carica di Presidente dell'Aiscat per il biennio 2005-2007. Inoltre, Palenzona ? stato nominato vice presidente dell'Asecap, l'associazione delle Societ? Europee Concessionarie di Autostrade ed Infrastrutture a Pedaggi. * Piero Giardini ha lasciato la direzione del marketing di Mazda Italia per assumere il ruolo di direttore Customer Service. Lo ha sostituito Massimo Scantamburlo gi? direttore Customer Service, mentre Fabrizio Logrippo ? entrato a far parte della squadra del marketing in qualit? di direttore Eventi & Comunicazione. * Paolo Castagna ? stato nominato chairman e managing director di Fiat India al posto di Alberto Montanari che rientra a Torino per occuparsi del progetto powertrain. * Carlo Forni, che lascia Fiat Auto dove, nell'ambito dell'ufficio stampa, si occupava del brand Lancia, ? il nuovo External & Media Relations Manager di Bosch Italia. Patrizia Pasini, ex Fiat Auto, ex Finmeccanica, mantiene la propria posizione di consulente per la comunicazione del Presidente di Bosch Italia, Massimo Guarini. * John Arle ? stato nominato vice president & treasurer della Delphi. * Roger Putnam, presidente di Ford of Britain, ? diventato presidente della Society of Motors Manufacturers and Traders nel mese di giugno. Succede a Tod Evans, gi? presidente di Peugeot Citro?n Automobiles UK. * L'Aniasa si avvarr? della collaborazione della Dragonetti e Associati per la gestione dell'ufficio stampa. * Herbert Demel, ex presidente di Fiat Auto, ? rientrato alla Magna Powertrain Group, dove ha assunto il ruolo di presidente. * Claudio Nobis, dopo 25 anni, ha lasciato il quotidiano La Repubblica e quindi la responsabilit? del supplemento e delle pagine auto-motori. La direzione ha affidato la responsabilit? dell'area motori a Giuseppe Smorto, che continuer? a dirigere il sito Repubblica.it. Valerio Berruti sar? il curatore del supplemento e delle pagine settimanali, con l'apporto di Vincenzo Borgomeo che continuer? a curare l'informazione web dell'auto.


Comunicazione, sintonizzare la frequenza adatta al cambiamento

Dati alla mano e non senza un profondo senso di sollievo, il 2022 del mercato dell’auto se n’è andato, ridotto in singolo file e inumato, qui nel nostro Paese, come il secondo peggior anno del secolo. La globalizzazione accompagna il feretro insieme con uno stormo di cigni neri in formazione da parata. Durante la cerimonia passano a ciclo continuo le parole del premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus, “l’Organizzazione Mondiale del Commercio è un bulldozer al servizio delle maggiori economie che pretendono la libertà di vendere in qualsiasi mercato, ma che spesso temono, in casa loro, anche la concorrenza più innocua”.
Parole che ci riconducono al mercato dell’auto. Il 2022 ha visto una forte evoluzione dell’auto elettrica, con tutte le Case auto in corsa per sviluppare i prodotti della mobilità del futuro in buona parte dei mercati evoluti. Un progresso che tuttavia non è riuscito a coinvolgere l’automobilista nostrano, il quale, a differenza dei colleghi tedeschi, francesi, spagnoli, eccetera, sembra essere disorientato di fronte a un cambiamento così rilevante.
Certamente afflitto dai dubbi oggettivi che la scelta comporta, ma altrettanto confuso da quella parte della comunicazione, anche autorevole, e purtroppo anche istituzionale, sintonizzata sulla frequenza sbagliata. Una lunghezza d’onda inadatta perché – è fuori di dubbio – la sensibilizzazione rispetto alla situazione climatica si è evoluta in tutti gli ambiti grazie alle campagne promosse dal settore automotive.

Leggi tutto...